Centro di Palmetta | Domenica 26 Maggio 2013 | ore 21.30

Ci sono storie che parlano perché tutti capiscano, anche se poi dovranno capirlo ancora.

Ci sono storie che lo raccontano perché sono profonde come il tempo, vengono da molto lontano, dove ci sono sempre stati conigli da inseguire, scarpe da cucire, scheletri da fuggire… Bisogna prenderla a ridere, perché funziona. È un gioco vivere, morire, rivivere ancora, ancora morire, ancora vivere, e tutto quello che c’è in mezzo.

Se della semplice morte l’uomo accettasse l’essenza, forse, si eviterebbe il massacro, l’eccesso abominevole di morte, la cifra esagerata della Storia umana.

Ci sono storie che si riproducono, c’è sempre qualcosa che spinge a ripeterle, eppure si dimenticano. Le racconta una vecchia, il cinema, o anche due voci e due corpi sul palcoscenico. C’è una fame atavica di queste storie che ognuno dice a suo modo, che ognuno capisce a suo modo. E non si dicono mai fino in fondo, e chissà se si capiscano mai fino in fondo.

Spiegano i passi da ballare per stare ritti sulla meccanica del sistema solare, illustrano per noi del popolo la formula spirituale di carne e sangue, e dicono che in sintesi il ritornello è questo: imparare a vivere, imparare a morire, imparare a rivivere ancora, e poi ancora morire, ancora vivere… e tutto quello che c’è in mezzo.

Le storie scelte e l’argomento principe, enormi come sono, si lasciano raccontare docilmente mettendo su un teatrino di personaggi maschio e femmina, che giocano tra la presunta innocenza della fiaba e i misteri di un grottesco Neo Burlesque.

<<Scarpe Rosse x Donna Scheletro>> è ispirato a storie vecchie come il mondo – le scarpette del diavolo secondo l’interpretazione di Andersen, alla fanciulla e il coniglio nella versione dell’Alice di Carroll, fiabe di pescatori, fiabe inuit – e a studi interpretativi come “Donne che corrono coi lupi” di Clarissa Pinkola Estes

<<Scarpe Rosse x Donna Scheletro>> è il primo capitolo della trilogia teatrale “Confutazioni della Teoria del Massacro”, progetto semifinalista di Premio Scenario 2011

 

ingrasso libero riservato ai soci

prenotazioni al 3343302467 | info@palmetta.it