Nell’ambito delle residenze artistiche dell’Associazione Demetra / Centro di Palmetta

siamo lieti di invitarvi Domenica 23 Marzo 2014 alle ore 19:00 presso il Centro di Palmetta

 

LA COCCIUTAGGINE di Rafael Spregelburd

ATTO SECONDO – NELLA CAMERA DI ALFONSA –


 

Traduzione: Antonella Caron

Drammaturgia per la scena: Matilde D’Accardi

Con: Dante Antonelli, Vittoria Faro, Roberto Repele, Barbara Chichiarelli, Carmine Fabbricatore

musica originale: Francesco Leineri

scena / proiezioni: Giulio Bartolozzi, Antonio Pizzola

luci: Francesco Tasselli

aiuto: Giovanni Ortoleva

direzione: Dante Antonelli

ufficio stamapa / relazioni esterne: Annamaria Pompili

 

Ambientato nella Spagna del 1939, durante la Guerra Civile che portò all’affermazione di una dittatura monarchica, militare e cattolica, il testo indaga un nuovo possibile linguaggio, verbale e scenico, sulle orme del protagonista, precursore dell’era multimediale, della Rete e del suo linguaggio.

 

La struttura dell’opera è caratterizzata dalla ripetizione ossessiva dello stesso arco temporale. Tre atti che raccontano lo stesso lasso di tempo ma in tre spazi diversi della tenuta del commissario sui generis, Jaume Planc: il salone, la camera della figlia e il giardino. Ogni atto ha il suo inizio alle “cinco de la tarde”

 

Il lavoro eseguito per la messa in scena del testo di Spregelburd è frutto di un’analitica ricerca sul testo e di individuazione di spunti e rimandi a opere di ispirazioni artistiche diverse (G.Lorca, A.Checov, …), cresciuto all’interno di un processo creativo condiviso da un laboratorio di 5 attori, una dramaturg, un musicista compositore, un designer di scena e un video maker.