Domenica 22 Febbraio 2015 alle ore 18:30

PROVA APERTA del progetto Mnemosyne a cura del gruppo Thauma

in residenza artistica presso il Centro di Palmetta

 

 

Ogni progetto di thauma é una nuova avventura: si tratta ogni volta di capire profondamente ció che si vuole e perché lo si vuole proprio in quel modo, che é differente dalle altre volte. Ci si appresta in un certo senso ad una battaglia, che diventa necessaria per combattere la mancanza della propria esistenza. In un processo di ricerca, nel nostro caso, in ambito artistico, riteniamo incisivo questo pensiero di Virginia Woolf:

“Tutti sognano spesso di cominciare o ricominciare da zero; ma hanno anche paura di dove arriveranno, del punto finale. Non arriveró a niente, non voglio arrivare a niente, Non ci sono punti di arrivo. Il divenire, il movimento, la velocitá, il turbine, si trovano nel mezzo. Il mezzo non é un media, é invece un eccesso, che comunica con altri tempi, altri spazi. Le cose crescono nel mezzo”.