Incontro con I Ricostruttori – Testimonianza sulla non violenza
A cura di Silvana Barbirotti, introduce Massimiliano Collodi

Sabato 25 Gennaio 2014 ore 19:00

Monimbò – Bottega del Mondo Corso Vecchio, 120 – Terni

Tre mesi tra le Colline a Sud di Hebron come volontaria in Palestina/Israele della Operazione Colomba Corpo Nonviolento di Pace Comunità Papa Giovanni XXIII la scelta di resistenza nonviolenta all’occupazione militare israeliana del villaggio palestinese di At-Tuwani

Progetto Operazione Colomba in Palestina-Israele

Chi e Che Cosa

La Operazione Colomba è un progetto della Comunità Papa Giovanni XXIII che sostiene la nonviolenza in aree di conflitto. Dal 1995 è stata presente in numerosi conflitti in tutto il mondo in maniera nonviolenta, disarmata e disarmante: Sierra Leone, Repubblica Democratica del Congo, Cecenia, Chiapas (Messico), Timor Est, Nord Uganda, Darfur (Sudan), Georgia, Castel Volturno (Italia) e Kossovo.

Dove

Attualmente la Operazione Colomba è presente in Albania, Colombia, Palestina e Israele Nel villaggio palestinese di At-Tuwani, Cisgiordania meridionale, la popolazione locale ha scelto la nonviolenza come forma di resistenza alla occupazione militare dello Stato d’Israele, sostenuta anche da numerose associazioni israeliane per i diritti umani. Dal 2004, La Operazione Colomba è presente ad At-Tuwani, condividendo la difficile quotidianità vissuta dalla gente. Andare a scuola, tornare a casa, lavorare la terra: gesti e impegni di tutti i giorni qui fanno parte di una normalità negata. Attraverso la presenza dei volontari affianco a palestinesi e israeliani che hanno scelto la forma di lotta nonviolenta, si prova a difendere il diritto all’esistenza di entrambi i popoli e favorire percorsi di riconciliazione tra le parti.

Come

Il coraggio non sta nel non aver paura, ma nel vincere la paura per un amore più grande (don Oreste Benzi)

La nonviolenza è un cammino che si fa insieme. Per questo è importante condividere la vita delle persone che vivono in zone di conflitto. Le principali caratteristiche dell’intervento di Operazione Colomba sono: la nonviolenza: forza attiva e creativa che si concretizza in azioni di interposizione, accompagnamento, mediazione, denuncia, protezione, riconciliazione, animazione l’equivicinanza: condivisione della vita con tutte le vittime sui diversi fronti del conflitto, indipendentemente dall’etnia, la religione, l’appartenenza politica. In questi anni Operazione Colomba ha stretto importanti rapporti di collaborazione con organismi fra i quali le Nazioni Unite, l’Unione Europea, ONG per i diritti umani.

Per tracciare un solco dritto nella tua terra,
devi puntare l’aratro verso una stella

Proverbio arabo