Con piacere Diffondiamo questa call di MercatoBrado e Comitato No Inceneritori realizzata con il contributo dell’ultimo Sale In Zucca

 

Per noi e’ puzza di bruciato.

5 MANIFESTI SULL’INQUINAMENTO AMBIENTALE.

“ContaminAzioni nella conca” è una chiamata alle ARTI, una presa di coscienza collettiva e creativa sulla questione dell’inquinamento ambientale a Terni.

MercatoBrado e Comitato No Inceneritori, con il contributo di Sale In Zucca, organizzano una call per artiste e artisti, sperimentatrici e sperimentatori, che vogliano mettere su carta l’attuale situazione ambientale ternana.

Come vi sarà capitato di leggere negli ultimi mesi, un’indagine promossa dal ministero dell’ambiente ha commissionato alla Asl di Terni analisi su matrici alimentari di ortaggi, latte ovocaprino e uova, effettuati a campione tra il 2011 e il 2014.

I risultati, taciuti da Asl e Comune, mostrano una situazione tutt’altro che salubre: si leggono sforamenti spesso prossimi o oltre il limite di diossine, pcb e simildiossine, nonché metalli pesanti. A questo silenzio dobbiamo rispondere con una contestazione generale, vogliamo sapere se le verdure, il latte e le uova ternane sono commestibili, vogliamo conoscere il reale stato di inquinamento della conca e quali sono le cause.

Per far tutto questo abbiamo pensato anche a voi, creativi e creative.

Vi chiediamo di inviarci due file .pdf, uno verticale ed uno orizzontale non diversi tra loro, che misurino 70x50cm e che riportino in maniera leggibile: “QUI C’E’ PUZZA DI BRUCIATO” nella tecnica che preferite tra fotografia, grafica, illustrazione o fumetto.

Tutti i manifesti pervenuti, entro il 20 febbraio alle 12, verranno pubblicati sulle pagine facebook di MercatoBrado e Comitato No Inceneritori Terni, nonché sui rispettivi blog.

Sabato 21 febbraio alle 20 c/o Centro di Palmetta cena con selezione dei 5 manifesti che andranno in stampa e verranno sia esposti in una mostra collettiva che seguirà ogni iniziativa del Comitato No Inceneritori e di MercatoBrado sia affissi in giro per la città.

 

Partecipate, dunque.